Testimonianze

Lettera di una ragazza

Se premi quel tasto, premi il grilletto che mi ha uccisa

Ciao. Mi hai appena guardata, su quel frame che stai per cliccare… mi hai scelta tra tante altre, ho il viso che ti ispira di più, il corpo che preferisci, sono assieme a qualcuno con cui ti piace identificarti… qualcuno per cui io sono completamente a disposizione, ad ogni tuo ordine, ogni tua voglia, ogni tua fantasia, anche la più perversa, la più dolorosa.
Mi hai aspettato per lungo tempo, dopo lo stress del lavoro, dopo che hai litigato, quando le cose ti sono andate male… sono per te il momento più piacevole della giornata, un rifugio sicuro, dove pensi di poter vivere l’impensabile, quello che da bambino non ti saresti mai sognato di vivere, ma che da quando hai scoperto non hai più concepito che la vita potesse essere bella senza. In fondo devi aspettare solo qualche mezz’ora di vuoto… ma poi sai che ti basta premere un tasto e io sono con te di nuovo. Non devi andare a cercarmi, non devi imbrogliare. Non prendi malattie, non rischi gravidanze, e non devi in nessun modo pagare.
Mi vedi come la più bella del più bello dei tuoi sogni, so che mi guarderai un paio di volte ancora, poi ti avrò stufata, ne cercherai un’altra che ti ispirerà di nuovo. Un altro click e la mia immagine non sarà più nemmeno nei tuoi ricordi coscienti. Quante ne hai viste finora come me? Migliaia, forse, ma se ti chiedessi di ricordarci ad una ad una forse nemmeno saresti in grado di farlo…
Fai quel click, e tutto comincia. Non vedi l’ora di arrivare al punto che più ti piace. Ma cerchi di farlo durare… perché poi sarà tutto finito, e lo sai, hai imparato a “gestirti” in tutto questo tempo. Conosci quel senso di vuoto che ti prende dopo… e che sopporti fino a quando non vorrai vedermi di nuovo. Sì, perché sai che poi basterà di nuovo quel click, quel grilletto su cui spari sopra il mio corpo.
Io invece vedo altre cose, sai? Mentre tu guardi quello che c’è davanti alla telecamera io vedo quello che c’è dietro. Hai ragione. Non mi devi andare a cercare, non mi devi imbrogliare. Non prendi malattie, non rischi gravidanze, e non mi devi in nessun modo pagare.
Sai, non è così per me, invece.
A me sono venuti a cercarmi, mi hanno promesso che sarei stata bene. Mi hanno portato via dalla mia famiglia, mi avevano promesso un lavoro. Poi invece mi hanno presa a botte, mi hanno fatto cose che nemmeno puoi immaginare. Cose che se vedessi fare a tua figlia ti verrebbe voglia di uccidere. E le malattie le rischio, e davvero tanto. Sento il mio corpo che mi manda segnali ogni giorno. Ma nessuno mi manda del medico, sono carne da macello. E pensi che mi paghino la pillola? Risolvono tutto con un calcio allo stomaco, sempre che rimanga incinta, perché per riuscire a reggere quello che vedi bevo e mi drogo.
E sono una delle tante ragazze che vedi in quei video. Io sono ognuna di quelle. Ti piace il mio corpo e il mio viso, e siccome il primo video ormai ti ha stufato sei andato a cercarmi in qualcun altro che ti piacesse di nuovo. Hai visto che ne ho fatto pochi altri, e poi sono scomparsa. Probabilmente se mi cercassi in qualche sito zoofilo mi troveresti. O su qualche filmino snuff sul deep web. Perché è quella la fine che ho fatto. Ormai ero alla fine, potevo servire solo come carne da scarto. Sono morta ormai da tempo. Perché è quella la fine che facciamo noi che lavoriamo nella pornografia. Tu dai retta alle interviste delle “star” , che sembrano tanto felici, anche se poi scopri tanta violenza nella loro vita. Ma si contano sulla punta delle dita, e non ti dicono tutta la verità.
La maggior parte delle ragazze e dei ragazzi sono quelli come me.
E prima che fai quel click, te lo voglio chiedere di nuovo.
Chiediti perché mi vedi in pochi video e poi non sai più nulla di me.
Chiediti da dove vengo, ricorda quello che mi hanno fatto.
Ricorda come sono morta.
Se premi quel tasto, premi il grilletto che mi ha uccisa.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

No comments
Lettera di una ragazza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.